ETF: cosa sono e perché dovresti investirci


Se ti trovi qui, probabilmente significa che vuoi iniziare ad investire ed hai sentito parlare di ETF. Ti assicuro, che se sei alle prime armi, non potevi fare scelta migliore.

Posso illustrarti davvero tantissime strategie di investimento (e lo farò in altri articoli) ma ti assicuro che se ti stai approcciando da poco al mondo degli investimenti, oppure non hai molto tempo da dedicare a questa attività, la migliore strategia è senza dubbio investire in ETF.

Probabilmente se stai leggendo questo blog, anche tu hai un obiettivo in mente: raggiungere la Libertà Finanziaria!

E allora continua a leggere, e scopriamo cosa sono gli ETF e come investire in questo tipo di prodotto finanziario.

Cosa sono gli ETF?

Gli ETF (Exchange-Traded Funds) sono un prodotto finanziario estremamente potente e a rischio relativamente basso, soprattutto se si prende in considerazione un’ottica di lungo termine.

Sono definiti un fondo a gestione passiva. Come certamente saprai, i fondi d’investimento vengono generalmente gestiti da una persona o da un gruppo di persone che stabiliscono più o meno autonomamente dove allocare il capitale degli investitori e dei risparmiatori che hanno aderito al fondo. Pertanto, con i fondi comuni si ha una gestione attiva del capitale.

Per gli ETF, il discorso è ben diverso: se investi in ETF, investi sull’andamento di uno o più indici (ti è mai capitato di sentire parlare di S&P500, Dow Jones, Nasdaq, DAX, FTSE, ecc.. al telegiornale?).

Per farla breve, se investi in un ETF che simula l’indice del mercato americano, guadagnerai in funzione di quanto salirà (o scenderà) il valore del mercato scelto.

Dati alla mano, investire in ETF conviene sempre di più che investire in qualsiasi altro titolo. Infatti, in finanza vige la regola che:

No one beats the market

Nessuno batte il mercato! Questo significa che in un’ottica di lungo termine, nessun investitore o fondo è stato in grado di avere ritorni superiori a quelli del mercato (ad eccezione del buon vecchio Warren Buffett, ma quella è un’altra storia), quindi perché non investire proprio sul mercato? Gli ETF fanno esattamente questo!

Quali sono i Vantaggi degli ETF?

I vantaggi degli ETF sono innumerevoli:

  • Vantaggi Economici: trattandosi di un fondo a gestione passiva, gli ETF hanno commissioni bassissime, dal momento che il gestore si limita a riprodurre la composizione di un indice all’interno del proprio fondo, per simularne l’andamento;
  • Trasparenza: a differenza di altri tipi di fondi (primi su tutti gli Hedge Fund), gli ETF sono estremante trasparenti, dato che in generose ne conosce la composizione in qualsiasi momento;
  • Diversificazione: gli ETF sono estremamente diversificati, poiché suddividono il rischio su una serie di azioni. Il crollo di un titolo, in genere, ha un impatto trascurabile sull’indice dove è quotato, e questo rende gli EFT uno strumento ottimo anche per chi investi con piccoli capitali (ma anche grandi);
  • Liquidità: essendo strumenti quotati in borsa, gli EFT sono strumenti estremamente liquidi. Questo significa che è molto facile comprare o vendere quote, perché sono costantemente scambiati sui mercati, anche con volumi interessanti.

Perché la tua Banca non ti ha mai parlato di ETF?

Ma perché, allora, se gli ETF sono uno strumento così eccellente, la tua banca non ti ha mai consigliato di investirci?

La risposta è molto semplice: i promotori finanziari sono incentivati a venderti dei prodotti che portino guadagno alla banca (e al promotore finanziario stesso, che in molti casi riceve grandi incentivi in busta paga ogni volta che sottoscrivi un fondo).

Ti sarà di certo capitato che in banca abbiano suggerito di sottoscrivere l’ottimo fondo che l’anno prima aveva fatto il 40%, ma che poi si rivela deludente e nella migliore delle ipotesi ti porti a casa un 2-3% lordo?

Devi sapere che spesso questi fondi hanno costi di gestione esorbitanti (in genere sul 3% annuo, ma a volte arrivano anche fino all’8-10% annuo). E questi costi di gestioni li paghi ogni anno, a prescindere che il mercato salga o scenda. E’ normale (e condivisibile), perciò, che le banche ti spingano ad acquistare quel genere di prodotto, dal momento che è senza dubbio più remunerativo per loro.

Continua a leggere: Regola del 4%: Ecco di quanto hai bisogno per andare in Pensione

Cosa ne pensi?

Ora che ti ho parlato di cosa sono gli ETF, ti sarai fatto senza dubbio un’idea. Cosa ne pensi? Ti piace come prodotto? Tranquillo, nei prossimi articoli di presenterò molti altri metodi per investire, ma ti assicuro che questo tipo di fondi è la cosa migliore per iniziare, perché ti consente di avvicinarti al mondo degli investimenti senza rischiare troppo.

Come sempre, fammi sapere cosa ne pensi nei commenti!

5 film da guardare per comprendere la finanza


Ciao, in questo articolo vorrei suggerirti 5 film che ho trovato utilissimi per comprendere meglio il mondo della finanza.

Diciamo che sono 5 must se vuoi iniziare a investire qualche risparmio, perchè ti aiutano a comprendere su cosa stai realmente investendo, e credo che sia fondamentale investire consapevolmente.

Ma veniamo a noi! Ecco qua i 5 film che ho selezionato. Ce ne sarebbero molti altri, ma ho scelto i più recenti, dal momento che il mondo della finanza cambia sempre più velocemente.

 

1. The Big Short (La grande scommessa)

Giusto qualche giorno fa, in un mio articolo, ti ho spiegato come guadagnare quando i mercati crollano. Nel film, vengono raccontate le storie di alcuni investitori che, per diverse ragioni, hanno vinto una delle più grandi “scommesse” di sempre: hanno scommesso contro i mercati immobiliari e hanno vinto!

Nel film, si spiegano molto bene concetti come i derivati, la posizioni corte (te ne parlo anche in un mio articolo) e di come, nel mondo degli investimenti, si riesca a trasformare qualsiasi cosa in un prodotto finanziario.

Ho messo La grande scommessa al primo posto per la semplicità con cui riesce a spiegare concetti decisamente complessi.

Non è un caso che abbia vinto un oscar per la miglior sceneggiatura non originale. E’ disponibile anche un libro, tratto dal film (puoi leggere l’estratto da qui).

Vuoi approfondire il concetto di guadagnare quando i mercati scendono? Leggi questo articolo

 

2. Inside Job

Se ti è piaciuto il primo film e vuoi decidere di approfondire, ti consiglio di non perderti questo documentario.

Inside Job approfondisce temi che avrai già visto in The Big Short, e ne introduce di nuovi, come i CDO (Collateralized Debt Obbligation) e i Credit Default Swap. Questi termini ti sembreranno arabo adesso, ma ti assicuro che dopo aver visto il documentario, ti saranno decisamente molto più chiari, e finalmente saprai cos’è che ha fatto collassare il sistema nel 2007-2008, dando origine alla crisi più grande dal 1929!

E la cosa più sconcertante che emerge da Inside Job è che nessuno dei fautori del crollo dei mercati ha pagato, ma anzi, si sono arricchiti ancora di più.

 

3. Margin Call

Restiamo in tema crisi dei mutui subprime. Dopotutto ha giocato un ruolo chiave nell’economia moderna, e non si può comprendere il mondo della finanza di oggi se non si comprende quello di allora (non è cambiato molto, in realtà).

Margin Call cambia ancora una volta prospettiva. Questa film si concentra in un’arco temporale di 24 ore ed è ambientato in una banca di investimenti, dove un impiegato si accorge che c’è qualcosa che non va con i tassi di volatilità di alcuni prodotti nel loro portafoglio.

Senza dubbio Margin Call è un gran bel film, con un cast stellare (primo su tutti Kevin Spacey), ma è anche un po’ più complesso da comprendere rispetto ai precedenti, perchè non si ferma a spiegare concetti tecnici.

 

4. The Wizard of Lies

Cambiando un po’ tema, ci spostiamo su The Wizard of Lies, con Robert De Niro. Il film racconta la storia di Bernard Madoff, quello che apparentemente era uno stimabile broker New Yorkese (per un periodo aveva addirittura ricoperto il ruolo di presidente del NASDAQ), ma che in realtà aveva creato una delle frodi finanziarie più grandi di sempre, uno schema Ponzi da oltre 60 miliardi di dollari!

 

5. Dirty Money

E non poteva mancare nella lista, il nuovo documentario targato $Netflix, che racconta in diversi episodi storie di corruzione o di truffe da parte di banche, case farmaceutiche, case automobilistiche e politici (uno degli episodi parla proprio di Donald Trump). Sicuramente una serie da vedere.

 

Come promesso ti ho mostrato 5 titoli da non perdere, ma te ne voglio fornire un sesto extra. Non parla proprio di finanza, ma di $Bitcoin e criptovalute in generale. Si chiama Banking on Bitcoin, ed è un documentario che racconta tutta la storia di come sia nata l’era del Bitcoin, sin dagli albori, e di tutti gli scandali che ne sono scaturiti.

 

 

Sicuramente interessante per cultura personale, e sopratutto se tu volessi investire in Bitcoin ma volessi prima capire bene di cosa si tratti.

 

Vuoi approfondire il concetto di guadagnare quando i mercati scendono? Leggi questo articolo

 

Fammi sapere cosa ne pensi

E tu cosa ne pensi? Mi piacerebbe, come sempre, avere una tua opinione in merito ai miei articoli. Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti!